significato e definizione di brand awareness

Il significato di brand awareness spiegato semplice

Accedi alla mia academy

Se ti interessano gli argomenti che tratto su questo blog iscriviti alla mia academy online per studiarli in maniera strutturata e confrontarti con decine di imprenditori e professionisti di ogni settore.

Riepilogo sulla brand awareness

  • La brand awareness è la consapevolezza di marca
  • Indica quanto un pubblico è in grado di riconoscere una marca
  • Ci sono diversi livelli di awareness
  • È fondamentale lavorare su di essa, ma deve far parte di una strategia più ampia

Introduzione

Spesso si avviano campagne con l’obiettivo di accrescere la brand awareness, ma di preciso cos’è e perché è così importante?

Provo a dare la risposta in questo post, come sempre in maniera semplice e accessibile.

Forse è il caso di cominciare da cosa vuol dire in italiano.

Letteralmente, la traduzione di brand awareness è “consapevolezza (o notorietà) di marca” e, nel linguaggio comune, il suo significato specifico è la notorietà del brand.

In altre parole definice la capacità di un pubblico di identificare una certa marca.

Perché la brand awareness è importante

Innanzitutto perché più una marca è conosciuta più il suo bacino di clienti potenziali aumenta. Banale, ma è così.

Cosa significa questo? Che ogni volta che un consumatore appartenente al target fa un acquisto spinto dal ricordo della tua marca, puoi considerare raggiunto l’obiettivo dell’awareness.

Tecnicamente puoi misurarla con la percentuale di consumatori in target che ricorda il brand senza bisogno di uno stimolo o dopo essere stata sottoposta a una sollecitazione.

Nel primo caso si parla di ricordo spontaneo: il brand è così impresso nella mente delle persone che, quando devono effettuare una scelta, viene loro immediatamente in mente.

Nel secondo caso abbiamo, invece, un ricordo aiutato, per esempio tutte le volte in cui un jingle musicale ci riporta alla mente una determinata marca.

Come si migliora la brand awareness

Hai a disposizione molti mezzi per migliorare la conoscenza del tuo brand, diversi e molto più capillari sullo specifico segmento di pubblico che potrebbe essere interessato a ciò che vendi.

Avrai sentito parlare di storytelling ad esempio.

Puoi considerarlo un prezioso alleato della brand awareness perché ti permette di parlare con gli utenti, raccontare la tua storia, trasmettere i tuoi valori e la tua vision: in una parola coinvolgerli.

Un buon racconto di brand si articola attraverso i giusti canali, per questo savrai bisogno di un’ottima pianificazione di contenuti e campagne advertising.

Come funziona la brand awareness

Secondo David Aaker, economista ed esperto di marketing, esistono diversi gradi di notorietà del brand

  1. Il primo, più basso, è ovviamente l’assenza di conoscenza. Indica lo stadio in cui la tua marca non è conosciuta per nulla.
  2. Poi la conoscenza superficiale che indica quella necessità di stimolo di cui parlavamo prima quando ho citato la necessità di una sollecitazione per ricordare una marca.
  3. Segue la conoscenza forteci troviamo in questo stadio quando, ad esempio, parlando di un settore o una categoria di prodotti viene in mente una cerca marca.
  4. L’ultimo step è il top of mind, cioè l’essere il primo brand che viene alla mente dei consumatori al momento della scelta o dell’attivarsi di un bisogno.

Prima di concludere questo post c’è un aspetto importante che voglio sottolineare: quando si parla di brand awareness troppo spesso ci si concentra solo sugli aspetti numerici della questione e invece è importante ricordare che sono coinvolti anche i valori!

Vuoi qualche esempio?

Pensa per un secondo ad Apple. Aldilà dei suoi dispositivi cosa ti viene in mente? Come te lo immagini l’utente tipico di un prodotto Apple? Prova a fare la stessa cosa per l’abbigliamento sportivo di Nike o per le automobili di Tesla.

Ecco a cosa mi riferisco.

Risorse di approfondimento

Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di dare un’occhiata a questi link:

Se ti è piaciuto questo post, clicca Mi Piace qui sotto!

 

 

 

Accedi alla mia academy

Se ti interessano gli argomenti che tratto su questo blog iscriviti alla mia academy online per studiarli in maniera strutturata e confrontarti con decine di imprenditori e professionisti di ogni settore.

Commenti

Chi Sono

raffaele gaito blog

Sono un Growth Coach,
autore, speaker e blogger.
Attraverso il Growth Hacking guido le aziende a migliorare i loro prodotti e i loro processi con l’ausilio dei dati, degli esperimenti e del pensiero laterale.
In segreto mi alleno per diventare Batman

Puoi seguirmi qui

La mia newsletter

Ricevi una volta a settimana una mia selezione di super contenuti sul mondo digital, marketing e business. Libri, tool, video, post, eventi e tanto altro materiale interessante per il tuo lavoro. Batman sarebbe fiero di te ;).

Ultimi post

Studia con me

I miei libri

Leggi i miei libri
su crescita e sperimentazione

I miei corsi

Segui i miei corsi online
su marketing e business

La mia academy

Accedi alla mia academy per studiare il Growth Hacking