chi è raffaele gaito

Chi è Raffaele Gaito?

Chi sono

Chi sono

😎 Chi sono e cosa faccio, in 4 minuti esatti!󾠁 Ideato, girato e montato da Giuseppe Jepis Rivello tra il Rural Hub e l'Università degli Studi di Salerno.󾭞 Liberamente ispirato ai 9 blocchi del Personal Business Model Canvas.

Posted by Raffaele Gaito on Thursday, August 11, 2016

Ho sempre pensato che “scrivere la pagina chi sono” fosse una delle cose più difficili nella vita di una persona. La metterei al terzo posto, subito dopo “ritrovare i calzini spaiati” e “finire di leggere Guerra e Pace”.

Visto che questa pagina non dovrebbe essere una copia del Curriculum Vitae o del profilo LinkedIn mi gioco la carta dello storytelling.

Si l’ho detto! Perdonami, ho dovuto usare quella parolina inglese che tanto va di moda, ma sinceramente suonava molto meglio di “lasciatevi raccontare una storia”, frase resa celebre dal noto narratore degli anni ’90, Papà Castoro.

Bando alle ciance, iniziamo!

Salernitano, classe ’84. Cresciuto a pane camille e robottoni giapponesi.

Da ragazzino ho attraversato tre fasi diverse di cosa-vuoi-fare-da-grande. C’è stata la fase “scienziato”, poi la fase “inventore” e poi quella “scrittore”. Mi piace pensare che il web mi abbia permesso di fare tutte e tre. Più o meno.

Col tempo ho capito che dovevo smettere di cercare una risposta alla domanda “cosa vuoi fare da grande?”. È la domanda ad essere sbagliata.

Secondo Emilie Wapnick, infatti, sono un “multipotenziale“: una persona che ha tanti interessi, ha svolto tanti lavori e che grazie a questo intreccio di conoscenze e passioni sviluppa un incredibile potenziale multidisciplinare che riesce ad applicare, con ottimi risultati, in qualsiasi lavoro o sfida quotidiana.

Per dirla in parole povere: ho bisogno di continui stimoli altrimenti mi annoio.

Penso di aver ricevuto la vena imprenditoriale dai miei nonni che erano commercianti. Da piccolo compravo le bustine di calciatori, le aprivo e poi vendevo le singole figurine ai più grandi, basandomi sulla rarità o fama del calciatore. Mi è sempre piaciuto pensare che quella sia stata la scintilla che abbia fatto iniziare tutto.

Da li, infatti, è stato un crescendo: ho ricevuto il mio primo computer (molto tardi) e a 15 anni ho scritto la mia prima riga di codice, a 17 ho aperto il mio primo blog e a 20 ho lanciato la mia prima azienda. Da allora non mi sono più fermato.

Ho scritto codice per anni, in qualsiasi linguaggio: PHP, Java, Python, C, Javascript, Delphi, Pascal e così via.

Nel frattempo ho preso una laurea con lode in informatica, ma non mi sono mai voluto legare ai soli aspetti tecnici della disciplina. Infatti all’epoca realizzai una tesi sperimentale borderline tra informatica e sociologia sul tema dell’intelligenza artificiale. Era molto prima che l’argomento diventasse di moda e quella mia ricerca poi fu pubblicata in un paper e utilizzata da una delle più grosse multinazionali di videogiochi al mondo.

Ho sempre adorato viaggiare e questo spirito nomade mi ha portato a vivere in tanti posti diversi: Italia, Francia, Islanda, Inghilterra, California più tante piccole tappe in giro per l’Italia e l’Europa.

Mi ritengo fortunato ad aver incrociato sulla mia strada il Growth Hacking. È stata la sintesi perfetta del mio background tecnico, della mia passione per il marketing e della mia propensione al business.

Attualmente cosa faccio?! Beh, ovviamente un bel po’ di cose, altrimenti che multipotenziale sarei!

Sono prima di tutto un imprenditore digitale e ho un paio di iniziative personali. Negli anni ho lanciato decine di prodotti in diversi settori (sia web che mobile) raccogliendo milioni di utenti in giro per il mondo. Allo stesso tempo affianco aziende, startup e professionisti nei loro progetti attraverso la consulenza, la formazione e il coaching.

Li aiuto a capire che marketing e prodotto non sono due cose separate e che nel business devono fidarsi di una sola cosa: i dati!

Credo fortemente nel concetto americano di giveback. Ricordo bene le difficoltà che ho attraversato quando muovevo i primi passi e oggi cerco di dare una mano ai più giovani che vogliono avviare aziende facendo attività di mentoring pro bono.

Ho sempre avuto una passione incredibile per la trasmissione delle conoscenze. Quindi aldilà delle tante attività di formazione e public speaking che faccio in giro per l’Italia, investo parecchio sull’evangelizzazione e la sensibilizzazione verso il digitale attraverso blog, video e tanti contenuti sui social media.

A fine 2017 ho pubblicato il mio primo libro, edito da Franco Angeli, dal titolo “Growth Hacker. Mindset e strumenti per far crescere il tuo business“.

Beh, poi nel tempo libero mi alleno per diventare Batman, ma questa è tutta un’altra storia…

Se sei arrivato fin qui i casi sono due: o sei mia mamma o sei, per qualche strano motivo, interessato a saperne di più su di me. Nel secondo caso, qui sotto trovi altre sezioni con qualche informazione extra.

Interviste e apparizioni varie

Questa sezione è sempre rischiosa, da un momento all’altro puoi sembrare un megalomane pieno di se. La verità è che ci sono talmente tanti contenuti in giro interessanti che era un peccato non segnalarli in questa pagina.

Se proprio hai coraggio e vuoi buttare 20 preziosissimi minuti della tua vita puoi guardarti questa intervista fatta dai ragazzi di Lacerba qualche tempo fa. È una delle migliori e delle più complete:

Intervista su Multidisciplinarietà, Startup e Growth Hacking

😍 La più bella intervista che mi sia mai stata fatta.😱 Si, quelli sono Dragon Ball e Holly & Benji.

Posted by Raffaele Gaito on Saturday, January 14, 2017

In rete troverai decine di interviste che mi sono state fatte e un buon punto dai cui iniziare è questo!

Negli anni i miei prodotti e i miei contenuti sono finiti featured  praticamente ovunque, sia in Italia che all’estero: TechCrunch, Mashable, Wired, Product Hunt, Medium, VentureBeat, The Next Web, Corriere della Sera, Repubblica, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Il Fatto Quotidiano e così via.

Wired Italia e Audi mi hanno inserito tra i top innovatori d’Italia sia nel 2016 che nel 2017.

Se vuoi dare un’occhiata a qualcosa di più recente ti consiglio questa intervista per il Corriere, dove parlo di innovazione e nuovi lavori, o questa bellissima intervista sul blog de Il Sole 24 Ore.

Se preferisci il formato video, ecco una simpatica intervista fatta per il progetto Digital Stories:

Digital Stories, Puntata 2 "Il Growth Hacker"

Ecco a voi la seconda puntata!Ho fatto un piccolo volo a Cambridge, per raccontare e scoprire il mestiere del "Growth Hacker" di Raffaele GaitoVi Invito a lasciare un like e a condividere! Contattami se hai una startup o semplicemente lavori nel digital e hai qualcosa da raccontare!Si ringrazia la cortesia di Raffaele, che mi ha guidato in questa breve ma intensa avventura: https://www.raffaelegaito.com

Posted by Alessio Annunziata on Saturday, October 14, 2017

Ho lavorato con

Questa è la classica sezione dove uno si gioca la carta della social proof. Se questo fosse un sito aziendale qui ci sarebbero tutti i loghini dei miei clienti più famosi.

Ma siccome collaboro da anni con tantissime realtà, di mettere i loghini proprio non mi andava.

Ti offendi se procedo con un elenco puntato? Magari organizzato anche per categoria:

  • Qualche startup con cui ho collaborato come consulente o mentor o advisor:
    • Buzzoole
    • Ilovecomm
    • Instilla
    • Good Karma
    • Serially
    • Mongrel
    • Axieme
    • Lacerba
    • Coderblock
    • ecc.
  • Qualche grossa azienda con cui ho collaborato negli anni:
    • Microsoft
    • Nokia
    • Intel
    • Mozilla
    • Digital Bros
    • Unicredit
    • Enel
    • Accenture
    • Tiscali
    • Intesa San Paolo
    • H-Farm
    • ecc.
  • Un bel po’ di docenze (o seminari o workshop o altro) le ho fatte con:
    • LUISS
    • IULM
    • Università degli studi di Salerno
    • Università di Bolzano
    • Seconda Università di Napoli
    • Università del Salento
    • Confindustria varie in giro per l’Italia
    • NinjaMarketing/NinjaAcademy
    • TAG Innovation School
    • Telecom WCAP
    • LUISS Enlabs
    • Wind Business Factor
    • Startup Grind
    • ecc.

Dicono di me

E che faccio, non ce le metto due “raccomandazioni” ricevute negli anni su LinkedIn? Se vuoi leggerle tutte dai una sbirciatina al mio profilo, qui ne ho raccolto solo qualcuna che mi sembrava particolarmente interessante/carina/utile.

Quando abbiamo chiesto a Raffaele di farci una piccola consulenza, non immaginavo l’impatto che il suo tempo potesse avere sul nostro business, e in quello che Instilla è oggi c’è sicuramente un buon pizzico di merito di Raffaele.

Nell’ambito di quella piccola consulenza su quello che era sicuramente un side project, Raffaele ci ha aiutato a evidenziare debolezze del nostro approccio che oggi sono invece nostri punti di forza sul mercato. Qualche migliaio di Euro di investimento ci è valso sicuramente almeno qualche centinaia di migliaia di Euro di contratti chiusi.

Raffaele sa anche creare occasioni di sana serendipity: dalle connessioni che ci ha creato (extra consulenza) sono nate importanti opportunità di business. La connessione con Lacerba, ad esempio, è oggi uno dei pilastri del nostro piano di comunicazione.

Non potrei fare altro che consigliarlo pubblicamente come professionista e consulente!

Paolo Meola – CEO Instilla – Feedback lasciato da cliente

Raffaele Gaito è stato un mentor incredibile, non avremmo potuto chieder di meglio!

Ha seguito me e il mio gruppo sostenendoci sempre.
La sua presenza è stata fondamentale: ci ha guidati con pazienza e fiducia, trasmettendoci nuove competenze e stimolandoci con utili informazioni.

Come conclusione del lavoro portato avanti in questo semestre posso dire che Raffaele è (non solo) una persona meravigliosa e affidabile, ma un maestro che vorresti avere, dal quale imparare e farti guidare.

Francesca Cenzone – Studente – Feedback lasciato da studente

Raffaele Gaito porta equilibrio nelle pratiche, prospettive del settore e la comprensione dei trend della Digital Economy.

Sono venuto subito ad apprezzare le sue intuizioni, idee, e il buon umore, abbiamo lavorato su questioni complesse e in continua evoluzione. E’ capace di impegnarsi con tutte le parti di un problema per trovare una soluzione forte!

Ha anche la capacità di individuare problemi prima che nascono.

Questo ci ha permesso di essere pronti ai problemi prima che diventino grandi ed ad avere soluzioni alternative disponibili in modo che molte parti interessate possono essere felici di avere proposte che guardano al futuro. Mi piacerebbe sempre lavorare con Raffaele!

Jacopo Mele – Managing Director yourDigital – Feedback lasciato da Partner

Conosco Raffaele da molti anni, prima come amico e poi come mentor e collega.

Il suo entusiasmo e la sua visione lo hanno sempre reso un leader perfetto, un precursore e innovatore, un entrepreneur che oggi, nel mondo del digitale, ha trovato senza dubbio la sua migliore declinazione.

La competenza in tutto quello che fa è accompagnata sempre da un’incredibile dose di generosità e altruismo. Vuole diventare BATMAN… sono certa che un giorno ci riuscirà!

Martina Autuori – Digital Strategist – Feedback lasciato da Collaboratore

Come possiamo collaborare

A parte il fatto che se sei arrivato fin qui sei un eroe. Sul serio, non come me.

Se vuoi avviare una collaborazione con me, puoi contattarmi usando uno dei tanti canali che trovi qui sotto o tramite email.

Cosa possiamo fare insieme? Beh, parecchie cose! Qui te ne elenco alcune, ma se hai altre idee in mente proponi pure:

  • Consulenza
    La consulenza è semplice, c’è poco da spiegare. Grossomodo dovresti aver capito che mi occupo di Growth Hacking quindi, se vogliamo semplificare, posso darti una mano su aspetti di marketing, di business o di prodotto. Nel 99% dei casi queste tre cose viaggiano di pari passo.
  • Formazione
    La formazione mi piace molto di più della consulenza, lo confesso. L’ho sempre trovata molto più completa, utile e di valore rispetto alla consulenza classica. Faccio tantissima formazione, sia online che offline, con formati di ogni tipo: docenza classica, seminari, workshop, full immersion aziendali, bootcamp e chi più ne ha più ne metta.
  • Coaching
    Lo so che coaching è una parola abusatissima e significa mille cose. Però era per farti capire che se cerchi una figura che ti dia un supporto diverso dalla consulenza, ma che si avvicini più al formato della supervisione/affiancamento allora hai trovato la persona giusta.
  • Public Speaking
    S’è capito che mi piace parlare? Penso di si! Se stai organizzando un evento e vorresti avermi come speaker, moderatore, panelist o altro… you got your men. Faccio anche molte attività di public speaking sulle tematiche del digitale a 360 gradi. Se vuoi vedere qualcosa ti basta una ricerca su YouTube.

Qui ora ci metto qualche FAQ che mi chiedete in continuazione e quindi è arrivato il momento di anticiparle.

  1. Posso segnalarti contenuti interessanti per il tuo blog/pagina FB/Linkedin/ecc?
    Assolutamente si! Se hai sviluppato un tool, lanciato una startup, scritto un libro o altro e vuoi girarmi una segnalazione per finire sui miei canali fallo pure! Non ti prometto nulla però, ricevo tantissime segnalazioni e quindi scrivo solo delle cose che mi colpiscono seriamente. Prima di mandarmi una mail assicurati di aver letto come si contatta un giornalista o un blogger.
  2. Posso scrivere un guest post sul tuo blog?
    Certo che si! C’è qualche condizione però: deve essere in linea con i miei contenuti e il mio pubblico; non deve essere una marketta per il tuo prodotto o la tua azienda; deve essere un contenuto utile, interessante e unico.
  3. Scrivi guest post o interviste per altri?
    I guest post li ho ridotti notevolmente, purtroppo portano via molto tempo e cerco di dare priorità al mio blog, quando ho un contenuto interessante. Quando possibile preferisco l’intervista perché richiede meno impegno.
  4. Quanto costi?
    Non poco. Sul serio. Meglio chiarire le cose fin da subito. Quindi se stai pensando a un’attività “senza budget” o “con poco budget” meglio lasciar perdere 😉
  5. Fai attività pro-bono?
    Qualche volta si. Lo faccio se trovo una realtà giovane e interessante che mi piace supportare o perché c’è una buona causa alle spalle. N.B.: il tuo portafogli non è una buona causa per scroccare consulenza.

Contatti

Immagino la faccia di quel poverino che era entrato in questa pagina solo per trovare la mia mail e s’è dovuto leggere tutto ‘sto romanzo. Perdonami se puoi.

Mi trovi praticamente ovunque, ma i miei canali principali sono:

Puoi aggiungermi ovunque, tanto accetto tutti.

Le questioni lavorative però preferisco gestirle esclusivamente tramite email. Se proprio non sei in grado di trovarla da solo, te la lascio qui, come ultima cosa di questa pagina :p

info [@] raffaelegaito [.] com

Commenti