call to action significato

Call to action efficaci, significato ed esempi

Riepilogo sulle call-to-action

  • Call-to-action significa letteralmente invito all’azione
  • È una formula che si usa alla fine di un contenuto
  • Serve per portare gli utenti a compiere un’azione
  • Le CTA non sono solo testuali, ma possono essere in qualsiasi formato

Cos’è una CTA

Leggi qui, non te ne pentirai! Ecco, questa è un esempio di call-to-action (detta anche CTA).

Tecnicamente la traduzione di call-to-action è invito all’azione: si tratta di semplici formule persuasive che, messe alla fine di un testo più o meno lungo, dovrebbero stimolare l’utente a compiere esattamente l’azione che desideriamo.

Forse non te ne sei mai reso conto, ma quotidianamente ti trovi davanti a centinaia di CTA, il web pullula di questi incitamenti più o meno velati che ci spingono a iscriverci a newsletter, visitare siti specifici o, addirittura, acquistare prodotti e servizi.

Call-to-action efficaci

Cosa rende efficace una call-to-action? Sicuramente un insieme di fattori. Innanzitutto tieni a mente che la CTA da sola non basta.

Di solito le call-to-action sono bottoni ben visibili, colorati e accattivanti posti in punti strategici di una pagina informativa o di vendita, ma tecnicamente, stando alla definizione di CTA, si possono trovare anche semplicemente alla fine di un testo che sia pubblicato su un sito o sulle nostre pagine social.

Per convincere l’utente a cliccare sul nostro bel tasto, infatti, non basta che sia del colore giusto ma occorrono altri elementi: che il testo e le immagini che lo accompagnano siano esaurienti, complete e accattivanti, che la CTA sia formulata in maniera coerente e corretta e che, nel complesso, siamo riusciti a mettere un po’ di ‘sale’ nella comunicazione affinché risulti accattivante.

call to action esempi

Come si crea

Innanzitutto pensa alle persone a cui stai comunicando e a qual è il tuo obiettivo: vuoi vendergli un servizio o un prodotto? O magari vuoi semplicemente che entrino a far parte della tua community social? O preferisci che si iscrivano alla tua newsletter in modo da fidelizzarli e restare in contatto con loro?

In ogni caso ricordati: a ogni testo deve corrispondere una e una sola call-to-action.

Evita di confondere i tuoi utenti con mille azioni da fare dopo aver letto un post, visto un video, ascoltato un podcast o altro.

Eh si perché non sono solo testuali. Puoi inserire degli “inviti all’azione” in contenuti di qualsiasi tipo. Dopo un webinar puoi proporre un prodotto in prova, dopo un post puoi chiedere di iscriversi alla newsletter, dopo un video puoi farti seguire sui social e così via.

Non esistono le CTA perfette e in ogni settore (e ogni canale) ci sono quelle che funzionano meglio e quelle che funzionano peggio.

La cosa più importante di tutte è testare.

Risorse di approfondimento

Se ti è piaciuto questo post, clicca Mi Piace qui sotto!

Commenti

Chi Sono

Classe ‘84, Salernitano, cresciuto a camille e robottoni giapponesi! Sono un imprenditore digitale, blogger, public speaker e autore.
In segreto mi alleno per diventare Batman

Puoi seguirmi qui

La mia newsletter

Ricevi una volta a settimana una mia selezione di super contenuti sul mondo digital, marketing e business.
Libri, tool, video, post, eventi e tanto altro materiale interessante per il tuo lavoro.
Batman sarebbe fiero di te ;).

Risorse consigliate

Il mio ebook free

Leggi il mio ebook gratuito sul
Growth Hacking
NUOVO

Il mio nuovo libro

Acquista il mio nuovo libro sul Growth Hacking Mindset

Il mio libro

Acquista il mio libro sul Growth Hacking

Il mio corso

Acquista il mio corso sul Growth Hacking

Ultimi post