I 10 Migliori Libri Di Growth Hacking (+ Bonus)

I 10 Migliori Libri Di Growth Hacking (+ Bonus)

Nelle ultime settimane in tanti mi avete chiesto consigli su quali libri leggere per approfondire il mondo del Growth Hacking. Mi sono reso conto che quasi sempre mi ritrovavo a consigliare gli stessi titoli, aggiungendo le stesse considerazioni personali.

Così ho deciso di buttare giù una lista. Di quelle che piacciono tanto a me, ma anche ai miei lettori 😉

Prima di procedere, lasciami fare una brevissima precisazione: libri sul Growth Hacking in senso stretto non ne esistono (tranne un paio, forse). Proprio perché non si tratta di una disciplina singola, ma di un insieme di approcci, tecniche e strategie, la lista che segue è formata da una serie di libri che vanno a coprire una o più aree del Growth Hacking e che, in alcuni casi, sono diventati dei veri e propri classici del settore.

Come sempre, la maggior parte dei libri sono in inglese, ma quando è disponibile una traduzione in italiano lo trovi indicato alla fine della descrizione.

Iniziamo.

Growth Hacker Marketing – Ryan Holiday

growth hacker marketing

Questo è il libro da cui devi iniziare. Non importa quanta esperienza hai nel Growth Hacking, questo libro va letto.

Come anticipavo nell’introduzione, questo è uno dei pochi libri dedicati al Growth Hacking in senso stretto ed è, probabilmente, il libro che ha sdoganato il termine fuori dal mondo Startup, facendolo entrare di prepotenza nel mondo del marketing digitale.

Il libro è breve, economico e si legge molto velocemente. È utile per avere un’infarinatura su cosa sia il Growth Hacking e comprendere quali siano le principali differenze rispetto al marketing “tradizionale”.

Nel libro non troverai nulla di pratico. C’è qualche esempio famoso di aziende che usano il Growth Hacking e ci sono diverse riflessioni su come il marketing “tradizionale” debba, inevitabilmente, cedere il passo a questo nuovo filone.

Lean Analytics – A. Croll & B. Yoskovitz

lean analytics

Uno dei cardini sui quali si poggia il Growth Hacking sono i numeri. I dati.

L’intero approccio Growth Hacking è data-driven e fa quindi un massiccio utilizzo dei sistemi di Analytics. Di ogni tipo, sia per analizzare i soft data che per gli hard data.

Questo libro è “la bibbia delle metriche“.

Dal titolo potrebbe sembrare noioso, ma in realtà è molto più interessante di quello che sembra. Attraverso casi studio reali, tra le pagine di questo libro, comprenderai l’approccio Lean Startup, come prendere decisioni data-driven, come capire qual è la metrica più importante per il tuo prodotto, e tanto altro.

Traction – G. Weinberg & J. Mares

traction

Ti sei mai chiesto “quanti modi ci sono per acquisire utenti per il mio prodotto”?

Se stai pensando a numeri alti sei fuori strada. Ci sono 19 canali, e sono tutti in questo libro.

Se te ne vengono in mente più di 19, molto probabilmente hai beccato un canale che è una sottocategoria di uno presente nell’elenco.

Traction è il libro definitivo sulla user acquisition.

I 19 canali vengono analizzati uno ad uno, capitolo dopo capitolo, con l’aiuto di esempi pratici che mostrano come utilizzarli e, soprattutto, in quali casi utilizzarli.

Hooked – N. Eyal

hooked

Perché alcuni prodotti vendono più di altri?

L’autore di questo libro, Nir Eyal, è andato alla ricerca dei fattori comuni tra i prodotti di successo cercando di capire come fanno a “catturare” i clienti.

Alla fine della sua ricerca ha elaborato un modello (che ha definito, appunto, modello Hook) secondo il quale un prodotto di successo è strutturato su processi con cicli di 4 fasi che catturano l’utente e piano piano lo convincono a non abbandonare più il prodotto.

Se stai sviluppando un prodotto nuovo o hai problemi di engagement devi assolutamente leggere Hooked!

🇮🇹 Questo libro esiste anche in versione italiana, con il titolo di “Catturare i clienti“.

Contagious – J. Berger

contagious

Questo libro risponde alla stessa domanda di sopra “Perché alcuni prodotti hanno successo e altri sono dei flop?”.

A differenza del libro precedente, qui non troverai un modello da seguire nello sviluppo del tuo prodotto. L’autore si è, infatti, concentrato sul raccontare diverse storie di prodotti di successo ed estrarre da queste una serie di tecniche pratiche da riutilizzare.

Uno degli aspetti più interessanti della sua ricerca, e quindi delle storie contenute in questo libro, è che non si limita soltanto al mondo digitale e hi-tech.

🇮🇹 Questo libro esiste anche in versione italiana, con il titolo di “Contagioso“.

Ti sta piacendo questo post? Per favore, clicca "mi piace", se non l'hai ancora fatto!
Ci metti un attimo e per me è molto importante ^_^

Sprint – J. Knapp & J. Zeratsky & B. Kowitz

sprint

Conosci l’approccio Lean Startup, giusto? Spero tu abbia letto il famoso libro di Eric Ries?

Se non l’hai fatto, leggilo! Anzi, dai un’occhiata alla mia lista di libri startup visto che, probabilmente, qui tocca partire dalle basi!

Ad ogni modo, questo libro prende alcuni elementi dell’approccio Lean Startup e costruisce un modello per testare qualsiasi idea in 5 giorni.

La cosa interessante di questo libro è che gli autori sono 3 partner di Google Ventures e la “tecnica Sprint” è la tecnica realmente utilizzata da Google per testare velocemente nuove idee.

Mi sembra un motivo più che valido per leggerlo!

Don’t Make Me Think – S. Krug

dont make me think

Come avrai notato, e come ho anticipato nell’introduzione di questo post, ogni libro di questo elenco si concentra su un aspetto in particolare del ciclo di sviluppo di un prodotto.

Questo libro si focalizza sull’usabilità dei prodotti e negli anni è diventato un classico del settore. Per molti il miglior testo in assoluto sull’usabilità.

Pubblicato per la prima volta nel 2000, si rivolgeva esclusivamente al mondo dei siti web. L’ultima edizione aggiornata, pubblicata nel 2013, include anche l’usabilità di prodotti mobile.

🇮🇹 Questo libro esiste anche in versione italiana, con il titolo di “Usabilità“.

Viral Loop – A. Penenberg

viral loop

Come funziona la viralità?

Perché certi video raggiungono milioni di visualizzazioni in pochi giorni? E perché certi libri vendono più di altri? Perché Facebook ha avuto successo e altri social network no?

Questo libro analizza il fenomeno della viralità a 360 gradi, analizzando una lunga serie di prodotti di successo degli ultimi anni.

Tutti questi prodotti hanno in comune una cosa: un loop di viralità.

Un aspetto fondamentale del libro è, a mio avviso, il fatto che smonta la (falsa) convinzione che la viralità sia un fenomeno casuale, andando a mostrare come sia necessario mettere in piedi una “macchina perfetta” per far si che un prodotto diventi virale.

Smartcuts – S. Snow

smartcuts

Con questo libro ci spostiamo verso gli aspetti psicologici del Growth Hacking.

L’autrice di questo libro, Shane Snow, ha condotto per anni una lunga ricerca cercando di capire quali fossero i fattori comuni tra le persone di successo. In particolar modo, ha cercato di capire perché alcune persone (o aziende) riescono a raggiungere i propri obiettivi in tempi molto più rapidi di altri.

Ha scoperto che tutti utilizzando delle “scorciatoie” (quelle che lei definisce, appunto, smartcuts) facendo leva sul pensiero laterale.

Tra le pagine di questo libro troverai quindi le storie di diversi innovatori (non solo imprenditori) di successo e una lunga serie di consigli pratici desumibili dalle loro storie e dai loro percorsi.

Influence – R. B. Cialdini

influence

Hai presente quando sei su Booking.com e, mentre stai guardando un hotel, ti compare quel popup che dice “Hanno appena prenotato una camera, ne rimane solo una”? Ti è mai capitato che appena vedi quel popup vai in ansia e ti decidi, finalmente, a prenotare la camera che stavi guardando?

Ecco, questo è il principio della scarsità ed è uno dei 6 principi della persuasione descritti in questo libro.

Si tratta di un fantastico libro di psicologia pubblicato nel lontano 1984 (!!!) che negli anni è diventato un classico del marketing e non solo.

I 6 principi illustrati all’interno del libro sono le fondamenta della persuasione e dell’influenza. Offline e online. Sono principi validi in ogni campo e che puoi applicare, con successo, in qualsiasi tipo di prodotto o servizio tu stia sviluppando.

🇮🇹 Questo libro esiste anche in versione italiana, con il titolo di “Le armi della persuasione“.

BONUS: The Definitive Guide To Growth Hacking – N. Patel

the definitive guide to growth hacking

Concludo con un bonus bomba!

Neil Patel è uno dei Growth Hacker più famosi al mondo e, tra le tante cose, è il creatore di KISS Metrics. Uno che di numeri se ne intende!

Questa guida (che non esiste in versione cartacea) è, insieme al primo libro “Growth Hacker Marketing”, uno dei pochi libri dedicati al Growth Hacking in senso stretto.

Un ebook completamente gratuito e dall’approccio molto pratico che copre, in 10 capitoli, gli aspetti più importanti del Growth Hacking: dalle sue origini fino ai tool da utilizzare, passando per ogni singolo step del funnel di conversione.

Se ti interessa il mondo Growth Hacking non puoi non leggerlo, ma se sei completamente a digiuno di questo mondo, ti consiglio di leggerlo dopo “Growth Hacker Marketing” che ti darà un’infarinatura teorica necessaria per comprendere alcuni capitoli di questo libro.

Conclusioni

Ovviamente questa lista non ha la pretesa di essere esaustiva.

Il Growth Hacking è in continua evoluzione (questo è uno dei suoi punti di forza) e ogni anno vengono pubblicati libri interessanti che vanno ad arricchire la letteratura di questo affascinante mondo.

Se questo è il tuo primo approccio con il Growth Hacking, ti consiglio di partire dal primo e dall’ultimo libro. Se invece sei già abbastanza a tuo agio con gli aspetti teorici, ti consiglio di partire dal libro che più si avvicina alle tue esigenze attuali (usabilità, acquisizione utenti, viralità, ecc.).

Se hai già letto qualcuno di questi libri, lasciami un feedback nei commenti!

Ne conosci altri che non sono presenti in questa lista? Segnalamelo nei commenti e lo leggerò con molto piacere!

Ti è piaciuto questo post? Per favore, clicca "mi piace", se non l'hai ancora fatto.
Ci metti un attimo e per me è molto importante ^_^

Commenti